Modello di Black-Scholes-Merton

Teoria matematica delle opzioni

Costituiscono in ambito matematico la ricerca di base, curiosity drivenquella che non si pone tante questioni sulla propria utilità, contrapposta a quella invece che applica risultati trovati precedentemente per risolvere specifiche situazioni o che comunque trae le motivazioni del proprio sviluppo da problemi concreti o suggeriti dalle altre discipline. Negli ultimi 2—3 decenni, i rapporti tra Matematica pura ed applicata sono profondamente cambiati.

Le ragioni del cambiamento sono molteplici. C'è stato il naturale esaurimento di un paradigma che non aveva esitato a dichiarare che l'applicabilità di una teoria matematica — se mai si fosse verificata — doveva considerarsi solo una fortuita coincidenza. C'è stata la naturale reazione all'esasperazione di questo atteggiamento, oltretutto non più confortato dalla profondità dei risultati prodotti.

C'è stata soprattutto la diffusione del computer che, tra le tante cose, ha cambiato anche il modo di fare Matematica. Non a caso parlavamo di un cambiamento avvenuto nell'ultimo quarto del secolo precedente.

Fisher Black Myron S. Scholes - La Teoria delle Opzioni

Nel frattempo si sono anche allargati i confini dei territori cui la Matematica viene applicata. Questa è una storia più lunga, che risale ben prima dell'introduzione del computer. Storicamente, il calcolo si è sviluppato assieme alla Fisica e all'Astronomia. Poi, con il finire dell'Ottocento, ha via via riguardato l'Economia, la Biologia, la dinamica delle popolazioni, la Chimica, ecc.

Dalla Matematica — diceva — non bisogna aspettarsi troppo. Pur essendosi occupato anche di analisi economica, Volterra non poteva prevedere che la Matematica si sarebbe pure presa cura dei nostri soldi, nel tentativo di farci capire dove investire e da quali investimenti teoria matematica delle opzioni invece alla larga. Effettivamente, tra i settori teoria matematica delle opzioni lo strumento matematico sta mostrando negli ultimi decenni un'insospettata creatività c'è proprio la Finanza e la gestione dei rischi finanziari.

Nulla a che vedere con la tradizionale Matematica finanziaria e il calcolo di un montante, di interessi o di uno sconto.

teoria matematica delle opzioni

Il contesto non è più deterministico. L'aleatorietà è una componente essenziale nell'analisi dei mercati finanziari, caratterizzati da rischi elevati e da oscillazioni imprevedibili.

Il numero degli attori, la diversità dei loro interessi e la complessità delle loro interazioni è davvero notevole.

Wolfgang Runggaldier, professore ordinario di Probabilità e Statistica a Padova, è stato il primo in Italia ad avvertire l'importanza di questi studi.

Norbert Wiener La Finanza matematica si è sviluppata soprattutto con la diffusione dei nuovi prodotti finanziari, i derivatie l'interesse per la previsione dei loro prezzi. Non si tratta più dei beni tradizionalmente negoziati sul mercato azioni, obbligazioni, valute ecc. I derivati sono strumenti finanziari il cui valore dipende dalle quotazioni di un bene — il sottostante — e che fissano un pagamento futuro in funzione dell'evoluzione del valore del sottostante.

E' una sorta di assicurazione. Un modo di ammortizzare il rischio derivante dal mercato, dalle caratteristiche finanziarie del titolo, dalla situazione socio-politica ecc.

  1. Programma del Corso di Matematica Finanziaria II
  2. La formula di Black-Scholes: un'equazione per fare soldi | MATEpristem
  3. ScholesPremio Nobel per l'Economia Il mondo della finanza si presenta spesso come un mondo difficile da comprendere ai non addetti ai lavori, un mondo in cui dominano regole astruse, termini incomprensibili e modelli matematici impossibili da decifrare.
  4. О, знают очень многие, да только все это редко кого интересует.
  5. Проект продвигался вперед во всеоружии знания, добытого такой дорогой ценой, и на этот раз он привел к успеху.
  6. Guardare il video di formazione sulle opzioni binarie

Tutti fattori difficilmente prevedibili in sé e per l'incidenza che avranno. Si parla di contratti a termine forward o future quando il contratto prevede l'obbligo alla compravendita. Si parla invece di opzioni quando l'obbligo si trasforma nella facoltà di acquistare o vendere il sottostante a scadenza.

Menu di navigazione

Ancora più in particolare si parla di opzioni europee o americane : la distinzione non è geografica, ma riferita alla scadenza. Per quelle europee, l'opzione deve essere esercitata ad una scadenza fissata; per quelle americane, entro una scadenza massima. L'opzione call dà diritto, a chi la detiene, di comprare l'attività sottostante ad un prezzo prefissato ; il detentore dell'opzione si muove quindi in un'ottica rialzista e scommette sul fatto che, a scadenza, il prezzo del sottostante sarà superiore all'attuale.

L'opzione put conferisce invece il diritto di vendere: in questo caso, l' holder ha invece un'aspettativa ribassista sul prezzo del sottostante e vuole limitare la perdita. La diffusione dei prodotti derivati risale alla fine degli anni ' In Italia, la comparsa delle opzioni finanziarie, con l'indice azionario MIB30, è del anche se quelle valutarie erano state autorizzate già da una decina d'anni.

L'elemento clou è il prezzo fissato per le opzioni. Dipende dal valore del sottostante e dalla sua evoluzione, aleatoria, nel tempo e questo spiega perché i modelli stocastici dei prezzi costituiscano la base per il pricing di ogni derivato.

La valutazione di un'opzione è un'operazione complessa -deve collegare in un'unica formula matematica tutte le variabili che intervengono nel fenomeno e nella sua evoluzione temporale- ma dal ha un nome, la formula di Black e Scholesgeneralmente considerata accettabile e di facile applicazione.

teoria matematica delle opzioni

Anche la data del ha comunque una storia alle spalle. Kiyosi Ito Possiamo farla cominciare con Louis Bachelieruno studente di Matematica francese, nato a Le Havre in una agiata famiglia di commercianti. Neldiscusse con il grande Henry Poincaré la sua tesi di dottorato su la Théorie de la Spéculation intesa come studio dell'indice borsistico e della compravendita dei titoli di stato alla Borsa di Parigi. Fatto sta che, anche per colpa del suo carattere, Bachelier ebbe poi una vita accademica stentata, trascorsa nelle Università di provincia.

A Parigi, insomma, non arriverà mai. Il suo contributo alla teoria finanziaria, e più in generale all'analisi delle dinamiche probabilistiche in tempo continuo, verrà riscoperto solo molto più tardi.

Le loro variazioni non vengono influenzate da quelle precedenti.

Modello di Black-Scholes-Merton - Wikipedia

Si parlerà di processo markoviano. Nel suo studio, Bachelier fu anche aiutato dalla singolare analogia che aveva colto tra il fenomeno finanziario e quello già analizzato della diffusione del calore. Fenomeni dunque completamente diversi, ma regolati da leggi matematiche molto simili.

Dopo Bachelier, naturalmente, la storia continua. Troviamo anche un giapponese, di cui ci occuperemo tra poco. In estrema sintesi possiamo dire che, nella prima metà del Novecento, la Finanza viene ancora considerata come una disciplina distinta dall'Economia e sviluppata soprattutto nei suoi aspetti legali e istituzionali, oltre che nei calcoli della pratica quotidiana. E' solo nei primi decenni dopo la seconda guerra mondiale che diventa oggetto di una strutturata e specifica teoria economica.

Nelarriva il contributo di Black e Scholes. Anche la loro storia merita di essere raccontata. E' qui che comincia a mettere gli occhi e la testa sul problema della valutazione delle operazioni finanziarie a rischio.

teoria matematica delle opzioni

Teoria matematica delle opzioni quegli teoria matematica delle opzioni, arriva al MIT — per insegnare Finanza come negoziare opzioni binarie a scopo di lucro un giovane economista canadese che si era specializzato a Chicago, Myran Scholes.

I due si incontrano, si capiscono ed elaborano il loro modello - l'equazione di Black e Scholes — basato sull'idea che la valutazione di un contratto dipenda unicamente dai termini del contratto e dalla volatilità del titolo sottostante.

L'esordio non è facile, anche perché Black non è un accademico.

Nelper la loro teoria sul prezzo delle opzioni Scholes vincerà il premio Nobel per l'Economia assieme a Robert C. Merton figlio del celebre sociologo Robert K. Black era scomparso due anni prima, per un tumore alla gola. Non è neppure privo di significato che la Texas Instruments inizi a pubblicizzare le sue calcolatrici, presentandole come lo strumento più adatto per applicare numericamente la formula di Black e Scholes. Stiamo parlando di un'equazione differenziale alle derivate parziali, non stocastica anche se originata da un modello probabilistico!

Tra le ipotesi che permettono la costruzione del modello c'è quella che il prezzo dell'opzione e del sottostante siano influenzati dalla stessa fonte di incertezza e che, con un appropriato portafogli di azioni e di opzioni, si riesca a compensare la variabilità del prezzo delle prime con la variabilità del prezzo delle opzioni.

Gli uomini che hanno scritto la storia della finanza

Dicevamo che, in questa storia e in questa equazione, è coinvolto anche un giapponese. E' il matematico Kiyosi Ito che, nelestese l'integrale stocastico di Wiener. Naturalmente il matematico giapponese poteva pensare a tutto, fuorché al fatto che il suo integrale, tramite i cosiddetti processi di Ito e il lemma che porta sempre il suo nome, sarebbe stato qualche decennio dopo uno dei mattoni più rilevanti per la costruzione del modello di Black e Scholes.

teoria matematica delle opzioni

Robert C. Merton L'equazione del costituisce comunque solo l'avvio delle indagini più recenti, talora critiche nei confronti dell'impostazione seguita da Black e Scholes. Myron Scholes La ricerca va avanti e cresce l'interesse per i suoi risultati. Anche in Italia gli sbocchi occupazionali, nel campo della Finanza matematica, sono molto concreti. Si occupa di ottimizzazione e di Storia della matematica. Matematica, giochi, idee sul mondo".

Ha recentemente pubblicato i volumi "Con la testa tra le nuvole?

teoria matematica delle opzioni

Dallo stesso autore.